I 13 principi del concilio delle streghe americane

Nel 1974 il Consiglio delle streghe americane si formò con 73 streghe di varie tradizioni. Hanno tentato di formulare una dichiarazione di principi e definizioni comuni condivise da Witches al fine di dissipare la disinformazione. Questi principi sono stati incorporati in una o più edizioni del manuale dell'esercito americano per i cappellani.

Segue l'introduzione che ha accompagnato i principi, questo li spiega meglio di noi e i 13 principi stessi. Anche se la maggior parte delle streghe abbraccia il Wiccan Rede, molti abbracciano anche alcune o tutte queste.

Il Council of American Witches ritiene necessario definire la stregoneria moderna in termini di esperienza e necessità americane. Non siamo vincolati da tradizioni di altre epoche e da altre culture e non dobbiamo alcuna fedeltà a nessuna persona o potere superiore alla Divinità manifestata attraverso il nostro essere. Come streghe americane, accogliamo e rispettiamo tutti gli insegnamenti e le tradizioni che affermano la vita e cerchiamo di imparare da tutti e di condividere il nostro apprendimento all'interno del nostro Consiglio. È in questo spirito di accoglienza e cooperazione che adottiamo questi pochi principi della credenza Wiccan. Nel cercare di essere inclusivi, non desideriamo aprirci alla distruzione del nostro gruppo da parte di coloro che sono in viaggio di potere egoistico, o a filosofie e pratiche contraddittorie rispetto a questi principi. Nel cercare di escludere coloro le cui vie sono contraddittorie con le nostre, non desideriamo negare la partecipazione a nessuno che sia sinceramente interessato alle nostre conoscenze e credenze, indipendentemente dalla razza, dal colore, dal sesso, dall'età, dal patrimonio nazionale o culturale o dalle preferenze sessuali. Pertanto chiediamo solo che coloro che cercano di identificarsi con noi accettino quei pochi principi di base:

  1. Pratichiamo i riti per sintonizzarci con il ritmo naturale delle forze vitali segnate dalle fasi lunari e dai quarti stagionali e quarti trasversali.
  2. Riconosciamo che la nostra intelligenza ci dà una responsabilità unica nei confronti del nostro ambiente. Cerchiamo di vivere in armonia con la natura in equilibrio ecologico offrendo soddisfazione alla vita e alla coscienza all'interno di un concetto evolutivo.
  3. Riconosciamo una profondità di potere molto maggiore di quella apparente alla persona media. Poiché è molto più grande dell'ordinario, a volte è chiamato "soprannaturale", ma lo vediamo come se fosse all'interno di ciò che è naturalmente potenziale per tutti.
  4. Noi concepiamo il Potere Creativo nell'universo come manifestante attraverso la polarità - come maschile e femminile - e che questo stesso Potere Creativo si trova in tutte le persone e funzioni attraverso l'interazione del maschile e del femminile. Non valutiamo né l'uno né l'altro sapendo che ognuno di essi è di supporto all'altro. Apprezziamo il sesso come piacere come simbolo e incarnazione della vita e come una delle fonti di energia utilizzate nella pratica magica e nell'adorazione religiosa.
  5. Riconosciamo sia i mondi esterni che i mondi interiori o psicologici a volte conosciuti come il Mondo Spirituale, l'Incoscienza Collettiva, i Piani Interni ecc. E vediamo nell'interazione di queste due dimensioni la base per i fenomeni paranormali e gli esercizi magici. Non trascuriamo nessuna dimensione per l'altro, considerandole entrambe necessarie per il nostro adempimento.
  6. Non riconosciamo alcuna gerarchia autoritaria, ma onoriamo coloro che insegnano, rispettiamo coloro che condividono la loro maggiore conoscenza e saggezza e riconoscono coloro che hanno coraggiosamente dato di se stessi nella leadership.
  7. Vediamo la religione, la Magia e la saggezza nel vivere come uniti nel modo in cui si vede il mondo e vive in esso - una visione del mondo e una filosofia di vita che identifichiamo come Stregoneria - la Via Wicca.
  8. Chiamarsi "strega" non fa una strega, ma neppure l'ereditarietà stessa, né la raccolta di titoli, gradi e iniziazioni. Una strega cerca di controllare le forze dentro di sé che rendono possibile la vita per vivere saggiamente e senza danno per gli altri e in armonia con la natura.
  9. Crediamo nell'affermazione e nella realizzazione della vita in una continuazione dell'evoluzione e dello sviluppo della coscienza che dà significato all'Universo che conosciamo e al nostro ruolo personale al suo interno.
  10. La nostra unica animosità verso il cristianesimo, o verso qualsiasi altra religione o filosofia di vita, è nella misura in cui le sue istituzioni hanno affermato di essere "l'unica via" e hanno cercato di negare la libertà agli altri e di sopprimere altri modi di pratica e credo religiosi .
  11. Come streghe americane, non siamo minacciati dai dibattiti sulla storia del mestiere, le origini di vari termini, la legittimità di vari aspetti delle diverse tradizioni. Siamo preoccupati del nostro presente e del nostro futuro.
  12. Non accettiamo il concetto di male assoluto, né adoriamo entità conosciute come "Satana" o "il Diavolo" come definito dalla tradizione cristiana. Non cerchiamo il potere attraverso la sofferenza degli altri, né accettiamo che il beneficio personale possa essere derivato solo dal rifiuto ad un altro.
  13. Crediamo che dovremmo cercare in Natura ciò che contribuisce alla nostra salute e al nostro benessere.