L' INTESTINO E' IL NOSTRO SECONDO CERVELLO

29.01.2019

L'intestino è di fatto il cervello inferiore

L'intestino è di fatto il "cervello" inferiore, esso è legato alla mente "somatica" e quindi alle emozioni; è simile nella sua forma e colore esteriore, al cervello superiore (è solo più grosso) e l'apparato nervoso enterico è il più grande ed esteso del corpo intero, infatti il cervello inferiore reagisce immediatamente, e prima di quello superiore, ad ogni tipo di sensazione, emozione, stress ecc.; inoltre come quello superiore è abilitato a ricevere informazioni contenute nei cibi e nelle bevande, le digerisce, divide i prodotti utili da quelli da scartare ed assimila da quelli utili le sostanze (le informazioni) indispensabili alla Vita, né più né meno di quanto effettua il cervello superiore, in quanto essi sono in costante colloquio.
Semanticamente possiamo con certezza affermare che l'Intestino è "ciò che sta nella testa", cioè l'In-test(a)-ino, ovvero il piccolo cervello, chiamato anche cervello di sotto. 
Possiamo affermare con certezza che tutte le malattie nascono nell'intestino. Le miriadi di minuscoli organismi che vi ci vivono da saprofiti, in simbiosi con l'organismo umano od animale, possono essere benefici o perturbatori a seconda dello stato dell'ambiente intestinale che se alterato rispetto alla perfetta salute, modifica lo stato degli organismi simbionti generando le loro mutazione e quindi la produzione di tossine. E' lo squilibrio intestinale (troppa acidosi) che causa la trasformazione dei funghi e dei microbi simbionti che vi si trovano; quindi una igiene alimentare errata e continua (fisico/spirituale) comporta il degrado dalla salute intestinale, con la conseguente alterazione dalla perfetta salute corporea (lenta e progressiva alterazione di organi e sistemi ) il che corrisponde alla malattia ed alla morte precoce.


Le reazioni mentali sono presenti anche nel nostro intestino. Ecco perché una cattiva digestione ci rende sonnolenti. Uno spavento provoca uno scarico immediato dell'intestino. O ancora, una preoccupazione può bloccare la fame. 

Possiamo affermare con certezza che tutte le malattie nascono nell'intestino. Le miriadi di minuscoli organismi che vi ci vivono da saprofiti, in simbiosi con l'organismo umano od animale, possono essere benefici o perturbatori a seconda dello stato dell'ambiente intestinale che se alterato rispetto alla perfetta salute, modifica lo stato degli organismi simbionti generando le loro mutazione e quindi la produzione di tossine. E' lo squilibrio intestinale (troppa acidosi) che causa la trasformazione dei funghi e dei microbi simbionti che vi si trovano; quindi una igiene alimentare errata e continua (fisico/spirituale) comporta il degrado dalla salute intestinale, con la conseguente alterazione dalla perfetta salute corporea (lenta e progressiva alterazione di organi e sistemi ) il che corrisponde alla malattia ed alla morte precoce.

Sono passati circa 20 anni dal primo lavaggio intestinale "fai da me" ed ancora promuovo con tutta me stessa la pratica del idrocolonterapia fatto in casa con l'enteroclisma. Nel video racconto la mia esperienza personale.

Per pulire bene tutto l'intestinoI clisteri possono pulire il colon, ma solo una parte molto piccola di esso, dai 40 ai 50 centimetri. Un'opzione semplice e naturale è quella a base di semi di lino e kefir, da adottare per circa 3 settimane. Questo metodo di depurazione dell'intestino aiuta a normalizzare il peso ed offre vari effetti...

" Metà delle persone, che dicono di essere in buona salute, portano continuamente con sé, fin dall'infanzia, parecchi chili di sostanze mai eliminate. Una buona evacuazione al giorno non ha alcun significato "(Prof. Amold Ehret).

L' Amaro di erbe svedesi di Maria Treben, è un rimedio che ho scoperto diversi anni fa leggendo il libro " La salute dalla farmacia del signore". Sono sempre andata alla ricerca di libri sulla natura, ma quella volta fu un vero caso e appena lo vidi non esitai a comprarlo. Le erbe ci aiutano in tantissimi modi...