LA CIPOLLA IL SUO BENE IL SUO MALE

02.01.2019

NELLA MIA CHICCA DEL GIORNO oggi vi voglio parlare della cipolla 

SI PREGA DI LEGGERE FINO ALLA FINE: IMPORTANTE 

Nel 1919, quando l'influenza ha ucciso 40 milioni di persone un medico visitò i molti agricoltori per vedere se poteva aiutarli a combattere l'influenza. Molti degli agricoltori e le loro famiglie avevano contratto l'influenza e molti morirono.
Il dottore giunse da un contadino e con sua grande sorpresa, vide che in famiglia tutti erano molto sani. Quando il medico gli chiese che cosa stava facendo di diverso, la moglie rispose che aveva messo una cipolla sbucciata in un piatto nelle stanze della casa, (probabilmente solo due stanze allora). Il dottore non poteva crederci e gli chiese se poteva avere una delle cipolle per mettetela osservarla al microscopio. Lei gliene diede una e trovò trovare il virus influenzale nella cipolla. Ovviamente aveva assorbito i batteri, quindi, mantenendo la famiglia in salute.
Ora, ho sentito questa storia dal mio parrucchiere. Ha detto che diversi anni fa, molti dei suoi dipendenti stavano ammalandosi d'influenza, e così pure molti dei suoi clienti. L'anno successivo ha disposto diverse ciotole con cipolle in giro nel suo negozio. Con sua sorpresa, nessuno del suo staff si è ammalato. Provate e vedrete cosa succede. Lo abbiamo fatto l'anno scorso e non abbiamo mai avuto l'influenza.
Ora c'è un P.S. a questo perchè ho inviato questa informazione a un amico in Oregon che contribuisce regolarmente con materiale sui temi della salute. Lui mi ha risposto con questa esperienza interessante sulle cipolle:
"Grazie per il promemoria. Non so sulla storia del contadino ... ma so che ho contattato la polmonite, e, manco a dirlo, ero molto malato ... Mi sono imbattuto in un articolo che diceva di tagliare le due estremità fuori una cipolla metterla in un barattolo vuoto, e posizionare il vaso accanto al malato durante la notte. Diceva che la cipolla sarebbe stata nera dai germi la mattina ... è successo proprio così ... la cipolla era un disastro e ho cominciato a sentirmi meglio.
Un'altra cosa che ho letto sull'articolo era che le cipolle e l'aglio poste intorno alla stanza hanno salvato molte dalla peste nera anni fa. Hanno potenti antibatterici, le proprietà antisettiche. Un sacco di volte quando abbiamo problemi di stomaco non sappiamo a cosa dare la colpa. Forse sono da incolpare le cipolle. Le cipolle assorbono batteri è la ragione per cui sono così efficaci a impedirci di avere raffreddori e influenza, ed è la vera ragione per cui non dovremmo mangiare una cipolla che è stata tenuta per un certo tempo dopo che è stata tagliata.


Le cipolle sono VELENOSE
Ho avuto il privilegio meraviglioso di fare un tour nell'azienda per prodotti alimentari Mullins, i creatori di maionese. Furono fatte domande sull' intossicazione alimentare , e volevo condividere ciò che ho imparato da un chimico.
Ed, che era la nostra guida, è un mago chimica degli alimenti. Durante il tour, qualcuno ha chiesto se avevamo davvero bisogno di preoccuparci della maionese. Le persone sono sempre preoccupate che la maionese si guasterà. La risposta di Ed vi sorprenderà. Ed ha detto che la maionese in commercio è completamente sicura. Non ha nemmeno bisogno di essere refrigerata. Va bene metterla in frigorifero, ma non è davvero necessario. Ha spiegato che il pH nella maionese è fissato a un punto che i batteri non potrebbero sopravvivere in questo ambiente. Ha poi parlato per il pic-nic estivo, con la ciotola di insalata di patate sul tavolo, e come ognuno incolpa la maionese quando qualcuno si ammala. Ed afferma che, quando avviene un'intossicazione alimentare, la prima cosa che i funzionari cercano è quando la 'vittima' ha mangiato cipolle e da dove tali cipolle provenivano (in insalata di patate?). Ed dice che non è la maionese (fintanto che non è maionese fatta in casa) che si rovina in mezzo alla natura. Sono probabilmente le cipolle, e se non le cipolle, sono le patate.
Ha spiegato che le cipolle sono una calamita enorme per i batteri, in particolare le cipolle crude. Non si dovrebbe mai mantenere una parte di una cipolla affettata .. Dice che non è ancora sicura anche se la metti in un sacchetto chiuso e la metti in frigorifero.
E' già contaminata, basta essere tagliata aperto e fuori per un po', che può essere un pericolo per voi (e doppiamente attenzione per quelle cipolle hai messo nel tuo hot dog al parco baseball!). Ed dice che se si prende la cipolla rimanente e la cuocete va bene, ma se si affetta la cipolla rimanente e la mettere sul vostro panino, sei in cerca di guai. Sia le cipolle e la patata umida in una insalata di patate, attirerà e farà crescere i batteri più velocemente di qualsiasi maionese commerciale, e inizierà a decomporsi.
Inoltre, i cani non dovrebbero mangiare cipolle. I loro stomaci non riescono a metabolizzare le cipolle.
Si prega di ricordare che è pericoloso tagliare una cipolla e cercare di usarla per cucinare il giorno successivo, diventa altamente velenoso anche per una sola notte e crea batteri tossici che possono causare infezioni dello stomaco negativi a causa delle secrezioni biliari in eccesso e anche intossicazioni alimentari.

Notizia pubblicata nella pagina di facebook da Ermelinda Moriello ( una mia carissima amica ) che a sua volta lo ha ripresa da Diksha il giorno Domenica 20 maggio 2012 e tradotta da Paola Eleonora Raschellà (Grazie!!!) 

Finalmente è arrivata l'estate e con lei l'energia per spiccare il volo e manifestarsi con sicurezza e coraggio nel mondo per realizzare tutti i nostri sogni. Questo è uno degli Esbat che preferisco perchè possiamo trovarci in vacanza al mare e permettersi un bagno lunare per nutrirci della Luna

Se cercate emozioni vere e profonde vi invito a partecipare alle celebrazioni in cerchio. Il cerchio è magia pura, ti connette a quei fili sottili e dorati che unisce le persone di tutto il pianeta Terra. Leggi tutto l'articolo e troverai il mio saluto all'elemento Fuoco

Beltane è la festa con il quale i pagani celebrano la fertilità della Terra. Adoro questo mese perché per me rappresenta la rinascita, fiorisco come la mia rosa rossa, ho desiderio di vivere al pieno delle mie forze e di riconoscere la forza del fuoco, accettarla e farla vibrare in me.